L'evoluzione della cultura al tempo di internet

Molti di noi hanno passato tantissimo tempo a studiare sui libri, a leggere e rileggere testi davvero complessi, per imparare tutte quelle materie che lo avrebbero proiettato in futuro nel mondo del lavoro. Ma cosa è cambiato così velocemente nella nostra società? I libri esistono ed esisteranno sempre, per buona pace di molti di noi ma sono ancora così importanti? Un tempo non esisteva nemmeno la radio, per non parlare della TV. I nostri input arrivavano soltanto da quello che potevamo leggere su testi più o meno simili a quelli che oggi noi chiamiamo quotidiani. Poi è arrivata la radio e la televisione. Il mondo è cambiato così velocemente che ancora oggi chi ha vissuto quel cambiamento fa davvero fatica a capire molte cose. La TV, come la radio, i giornali e i libri hanno però un limite. Lo abbiamo sempre saputo ma non volevamo vederlo. Offrono informazioni monodirezionali. Tu leggi e dai per scontato oppure accetti passivamente quello che ti viene detto. La nostra società si è formata così. La prima tv proponeva solo show in prima serata mentre l'evoluzione ha portato ad interagire tramite telefono con la stessa. Almeno 2 generazioni sono rimaste folgorate da questo genere di informazioni. Nel frattempo il libro è sempre lì, sornione, fermo al suo sapere. Non riesce ad andare avanti, ma forse non ha nemmeno voglia di muoversi di lì. Come la storia insegna arriva sempre qualcosa a cambiare il mondo. lo ha fatto il fuoco, la ruota, il telefono, il motore a scoppio etc. Questa volta tocca a internet. Il messaggio è semplice: unire in tutto il mondo la gente con un semplice click. Ci siamo riusciti anche in questo. Ci sono 1 miliardi di persone collegate lo stesso giorno sullo stesso sito. A cosa servono più i libri, la tv, la radio, i giornali? Servono a ricordare da dove siamo venuti e dove vogliamo andare ma servono anche a ricordare che proprio grazie a loro esiste il web. Non spariranno mai dalla nostra vita completamente ma potete fermare la rete? Risposta assai semplice. No. Ognuno di noi avrà internet ovunque, tempo ancora una generazione e chi aprirà più un libro se non per studiare? La radio forse l'ascolteremo solo in macchina e la tv va bene per chi ancora è ancorato ad un passato che non vuole mollare. Abbiamo inventato il telefono ed è diventato qualcosa di diverso. Adesso è arrivato il momento di far diventare qualcosa di diverso anche i libri. Vivranno sui nostri smartphone e sui nostri tablet ancora più belli di prima e non moriranno mai più.

Scritto da Stasera in Tv